Trans-Iran. Presentazione, mostra e buffet persiano

locandina-roma

Presentazione del libro di Antonello Sacchetti
Trans-Iran. Che cosa succede a chi si innamora della Persia?

Mostra fotografica “In sella verso Est!”
Viaggio in Iran di Silvia Giachetti e Nicola Atzori

Buffet persiano

Sabato 8 giugno 2013 ore 18,30
Presso Key Gallery
Via Nomentana, 223 – Roma
Tel. 06 64824296

L’evento (buffet compreso!) è GRATUITO, ma per motivi di spazio invitiamo tutti a registrarsi al seguente link:

http://www.eventbrite.it/event/6722265477/efbnen

Grazie!

TRANS-IRAN

Ieri ho finito di leggere il libro di Antonello Sacchetti “Trans-Iran”. Beh, sono passati poco più di undici mesi da quando ho fatto il mio primo viaggio in Iran e ancora oggi la voglia di andare un’altra volta è immensa! A fine maggio dello scorso anno siamo partiti per la nostra avventura, dopo un lungo periodo di pianificazione e dopo aver letto “Misteri Persiani – I volti nascosti dell’Iran”, sempre di Sacchetti (del quale ho già parlato in precedenza qui). Misteri Persiani mi fece sognare e scalpitare, visto che dovevamo ancora partire, Trans-Iran invece mi ha trasmesso delle emozioni diverse, forse ancora più forti! Nelle sue pagine infatti mi sono rivisto là e i ricordi si sono accesi nella mia mente, ho rivissuto praticamente tutti i diciassette giorni del nostro viaggio e alla fine sono stato preso da un pizzico di malinconia, visto che non so ancora quando potrò tornarci.

Le parti del libro in cui l’autore parla dei giorni trascorsi a Tehran nel suo ultimo viaggio, dove racconta tutte le piccole esperienze e le emozioni quotidiane vissute, ti colpiscono subito e basta chiudere gli occhi per sognare un po’ di ripartire. Ciò che mi piace nel suo modo di scrivere, è anche il continuo parallelismo fra le sue emozioni e le altre testimonianze, dalle più recenti degli autori contemporanei a quelle più antiche dei grandi scrittori e poeti persiani. Forse dovremmo tutti conoscere meglio e approfondire la cultura persiana, dalla letteratura fino al cinema, solo così è possibile capire che l’Iran e gli Iraniani sono stupendi. Potremmo anche sfatare un po’ tutti i luoghi comuni negativi che la maggior parte delle persone ha per colpa dei mezzi di informazione “a senso unico” che oggi ci dominano. Io stesso, in questi mesi dopo il nostro viaggio, mi sono accorto che nel mio piccolo ci sono riuscito. Ho visto infatti che in molti, dopo i nostri racconti, si sono fermati a riflettere un attimo o quanto meno a pensare: “Ma è così veramente brutto l’Iran?”. Ora finalmente posso anche consigliare loro di leggere questo libro, è perfetto per rispondere a questa domanda.

Concludendo, le pagine di Sacchetti riescono a trasmettere l’intento e rispondono pienamente alla domanda “Cosa succede a chi s’innamora della Persia?”. Direi proprio di sì!

Galleria fotografica della nostra mostra “In sella verso est!”

silvia-nicola-tripmap small

E’ con immenso piacere che oggi pubblico finalmente la nuova sezione Gallery sul Blog. Finalmente ho trovato il tempo (e la voglia, lo ammetto) di inserire le fotografie della nostra mostra fotografica fatta a dicembre.

GALLERY

E’ una raccolta di 112 foto dei nostri viaggi in moto in Turchia, Iran, Georgia e Armenia. Spero che piaccia a tutti coloro che non sono potuti venire e che possa essere un ulteriore piccolo spunto di viaggio per chi volesse partire!

Grazie a tutti!

beypazari-turchia03Con questo post voglio ringraziare tutti quelli che sono venuti a vedere le nostre foto e a conoscerci, i quali hanno ascoltato interessati i nostri racconti, ma anche tutti quelli che pur non potendo venire, ci hanno inviato i loro messaggi di sostegno ed augurio per la buona riuscita del reportage fotografico.

Un grazie particolare va a coloro che hanno organizzato e sponsorizzato l’evento Antonio Nesti e sua moglie Maria Pia Gerbi, ma anche Massimo e Silvia, Donatella, Ademaro, Patrizia, Franco e Fiorella ed infine Marco e Roberta per aver realizzato la locandina! Se mi sono dimenticato di qualcuno… Scusate!

La mostra si è svolta nel migliore dei modi, sono venute molte persone interessate (circa 600) ed entusiaste delle foto, del locale dove si è svolto il reportage ed anche dell’ottimo cibo offerto ai partecipanti!

Grazie ancora a tutti quanti! Silvia e Nicola.

In sella verso est!

locandina-definitiva

Già prima di partire avevamo l’idea di fare al nostro rientro una reportage fotografico riguardante i nostri viaggi. Il nostro amico Antonio Nesti, proprietario dell’omonimo negozio di arredamento e antiquariato di Cascina (Pisa), ci ospita per allestire la mostra di fotografie all’interno dei suoi locali.

Siamo molto felici di questa opportunità e ci siamo messi subito a lavoro, in modo da organizzare tutto nel migliore dei modi, selezionando le foto, che a nostro avviso più rappresentano i nostri viaggi. Il titolo della mostra è: “In sella verso est” e si svolgerà nei giorni 8 e 9 Dicembre dalle ore 16 alle ore 20 presso il negozio Antonio Nesti, in Via Michelangelo, 23 a Cascina (Pi). Le foto saranno suddivise in otto sezioni, siete tutti invitati non mancate!

Evento Facebook:http://www.facebook.com/events/404411812953077

I bagagli e la regola del tre!

Bagagli-moto

Tra poco ci siamo, il giorno della partenza si avvicina sempre di più e devo sempre preparare i bagagli! Beh, utilizzare la parola “bagagli” non è proprio corretto, in quanto uno si immagina milioni di borse o valige dove viene messo praticamente tutto l’armadio… Invece no, noi portiamo solo l’essenziale, non soltanto quando viaggiamo in moto, ma anche in aereo o in macchina!

Molte persone mi domandano “Ma come fate a portare tutto in quella borsina?” Beh, bisogna dire che sto migliorando sempre di più anno dopo anno. Mi ricordo che per il nostro primo viaggio in moto, due settimane in Sardegna, eravamo pieni di borse (come si può vedere nella foto in basso!). Adesso, invece riesco a far entrare tutto (ad eccezione delle scarpe) soltanto nella sacca gialla della Touratech posta dietro sul portapacchi (foto in alto), in quanto seguo la mitica regola del tre! Porto soltanto l’essenziale, in generale tre cose di ogni capo di abbigliamento: tre maglie, tre mutande, tre paia di calzini… E tutte le sere faccio il bucato! Infatti mi porto da casa il sapone liquido, un filo per stendere e le mollette! Quindi, prima di andare a letto io lavo (a volte sotto la doccia) e Nicola strizza, come in una catena di montaggio.

Bagagli-Sardegna

E poi è sempre bello comprare qualcosa di nuovo in ogni posto che vedo, anche per il gusto di portare a casa un ricordo! Infatti le due valige laterali sono una per le scarpe e per i pezzi di ricambio di Oscar, come lo chiamo io il beauty, e l’altra per gli acquisti! 😉

La scelta della nuova meta

Diyarbakır

Dopo aver girato la Spagna ed il Portogallo in lungo ed in largo, abbiamo capito che il nostro cuore predilige l’est: l’ospitalità delle persone in Turchia, soprattutto quella orientale, dove i tour operator non vanno, oppure i paesaggi e la vitalità dei Georgiani, sempre pronti ad offrirti, anche a colazione, un bicchiere di Chacha.

Quindi, anche per il nostro prossimo viaggio, la destinazione sarà sicuramente ad est, in un posto dove le persone sono vere, autentiche e dove noi cercheremo di scoprire il più possibile, in quanto qui in occidente, molti giudizi sono dettati più che altro dall’ignoranza.