Volti nascosti dell’Iran… All’Italiano medio!

Oggi il 90% degli Italiani (cifra da me solo puramente stimata) pensa all’Iran come solo ed esclusivamente ad una dittatura islamica, ad un regime duro e repressivo, origine del terrorismo e dell’antisemitismo verso gli Ebrei e Israele. Quando in giro dico a conoscenti e amici “A giugno vado in Iran”, vengo visto come un pazzo incosciente, che rischia addirittura un rapimento! Ovviamente spero che il viaggio vada tutto per il verso giusto e so che quello che può succedere in Iran, non è poi tanto diverso da quello che può accadere in qualsiasi altro paese del resto del mondo, Italia compresa. Ma l’Iran, accidenti… E’ l’Iran, per cui è pericolosissimo! Ovviamente non essendoci ancora stato, per ora baso le mie opinioni su esperienze di viaggio riportate da altri e su tanti articoli letti nel web. Tutto è ultra positivo a riguardo, le vicende e le varie situazioni sono “dipinte di nero” solo quando leggiamo testate o siti di propaganda prettamente filo occidentali e nettamente anti islamici (sciiti ovviamente, guai a toccare i buoni amici Arabi sunniti).

Mi va di scrivere qualcosa sul libro di Antonello Sacchetti, “Misteri Persiani – I volti nascosti dell’Iran“, che da poco ho finito di leggere. Non sono assolutamente un esperto di Iran, né per quanto riguarda la società né tanto meno per la storia, a parte conoscere le classiche nozioni scolastiche sull’Impero persiano. Però questo saggio offre un’ottima analisi semplice ed efficace della società e della cultura iraniche e aiuta a capire senza essere giornalisti di settore o noti esperti accademici di Medio Oriente. Il testo spazia infatti dalla storia, alla cultura fino alla religione (ovviamente!) e passa poi ai semplici luoghi comuni e alle usanze del cittadino iraniano, utilizzando spesso racconti e aneddoti vissuti dal giovane giornalista romano durante uno dei suoi primi viaggi in Persia, dove tocca con mano quelli che giustamente definisce “I volti nascosti dell’Iran“. Beh io aggiungerei “… All’Italiano medio!” Infatti i pregiudizi che oggi abbiamo in Italia, sono semplicemente indice di quanta ignoranza domini il nostro Bel Paese, schiavo della TV spazzatura e dei giornali politicamente controllati.

Vorrei citare Sacchetti con questa stupenda riflessione tratta dal suo libro: ‘ Ho sempre provato fastidio nel sentire chi dice: “Andiamo in Iran prima che gli Stati Uniti lo bombardino.” Cosa siamo diventati? Dei turisti delle tragedie planetarie? Come in un safari: quello che importa è andare, guardare, magari scattare qualche foto e svignarsela prima che arrivi il leone. E’ spaventoso. Come se in Iran non vivessero 70 milioni di esseri umani, come se la bellezza e la ricchezza di 3000 anni di storia fossero semplicemente una cosa da assaggiare e consumare senza troppi pensieri. ‘

4 pensieri su “Volti nascosti dell’Iran… All’Italiano medio!

  1. Pingback: Volti nascosti dell’Iran… All’Italiano medio! | Atzori.net

  2. Pingback: TRANS-IRAN | Atzori.net

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.